Internet

Il gruppo ITTFA è appassionato di web. Racconta e discute le novità tecniche e le piccole problematiche che vedono protagonista il web e la vita online

Read More

Tecnologia

Su ITTFA trovi le ultime news riguardanti la tecnologia, a 360 gradi. Leggi i nostri articoli per tenerti sempre aggiornato!

Read More

Tele Fonia e Impianti Audio

Il team di ITTFA è particolarmente affezionato a due temi: la telefonia, che vede grandi protagonisti gli smartphone e i sistemi Apple, e gli impianti audio. Per questo vuole offrire sempre le novità più aggiornate e recensioni obiettive

Read More

Hai Acquistato un Iphone? Rendilo più Bello con le Cover Personalizzate!

Bentornato su Ittfa.org, il sito sulla tecnologia e la telefonia.

Oggi ci occupiamo di un aspetto molto di moda di questi tempi: le cover personalizzate per iphone 4, 4s, 5, 5s e 6.

Sempre più ragazzi acquistano iphone ormai, nonostante il loto costo non sia certamente basso. Una volta che abbiamo speso tanti soldi per acquistarne uno, quindi, è più che comprensibile investire ancora poco denaro per rendere il nostro smartphone più bello e personalizzato.

Oggi voglio quindi dedicare questo articolo proprio alle cover personalizzate. Non però quelle comuni, in plastica, che possiamo trovare a dozzine nei negozi cinesi, ormai sempre più diffusi nelle nostre città.

Piuttosto voglio soffermarmi sul servizio offerto da cover personalizzate di YourCover per iphone. Questo sito web, molto ben fatto e curato, propone non solo le classiche custodie personalizzate per iphone e per i più diffusi smartphone della samsung, ma anche bellissime cover in legno, dalla fattura davvero pregevole.

Ne propongo un paio davvero molto carine, una di stampo orientale, l’altra invece molto fashion e adatta agli adolescenti. Sono lieto di recensire queste cover perchè il mio amico Fulvio, fondatore e proprietario dell’e-commerce, me ne ha fatto dono per il mio compleanno.

cover in legno per smartphone apple e samsung cover personalizzate iphone legno

La qualità dei materiali è molto buona, YourCover assicura anche una spedizione rapida e sicura. Il servizio è stato da me provato personalmente, perchè ho preso un iphone 5 nuovo di zecca. Certo, avrei voluto attendere il 6, ormai di prossima uscita, però non ho resistito.

 

Ho dato uno sguardo alle varie offerte su internet e mi son fidato di questo ecommrce, gestito da Fulvio. I risultati di stampa sono davvero soddisfacenti, e, per non rovinare il cellulare, la cover prevedere anche uno strato in cotone, molto morbido, che attutisce l’attrito.

Su YourCover non sono disponibili solo le cover in legno presenti nel catalogo: tramite una comoda pagina di creazione, a ognuno di noi viene data la possibilità di scegliere una foto qualunque presente sul nostro computer, caricarla, modificarla a piacere e poi creare, con tale immagine, una cover ultra personalizzata. Insomma, oltre che un gioiello della tecnologia, una bella idea regalo.

Per tutti coloro i quali attendono l’iphone 6, che la apple ha annunciato da tempo, yourcover ha già annunciato sul proprio sito di avere l’attrezzatura e i macchinari pronti a creare cover anche per quast’ultimo modello di iphone. Questo è un ulteriore punto a favore per questo ecommerce, che dimostra di tenersi al passo coi tempi e con le novità dell’ultim’ora.

Edit: l’iPhone 6 è finalmente in commercio0 (anche se i risultati sembrano un po’ deludenti), e così anche le rispettive cover ;)

Non vengono trascurati neanche i vecchi modelli, ad esempio il vecchio (ma sempre attuale) samsung galaxy s2: anche per questo vecchio telefono sono disponibili una grande varietà di cover, oltre che la possibilità di personalizzarle, creandone di uniche, utilizzando diversi materiali, tra cui ancora una volta il legno, che pare proprio essere il punto di forza di questo sito.

Lo stesso discorso può essere fatto per altre periferiche, quali ipod (normali e mini, ma non nano) e iPad: anche per questi l’assortimento non manca. Insomma, se anche avete una perferica per la quale il sito non sembra offrire cover, provare a contattare il webmaster perchè potreste essere comunque accontentati.

Concludo ringraziando nuovamente il mio amico Fulvio per il regalo fattomi, ricambierò certamente al suo compleanno con qualcosa di altrettanto bello e di qualità.

Alla prossima ragazzi!

 

Attenzione ai “troll”: come difendersi sui social network

Il nostro sito di tecnologia a 360 gradi si sofferma oggi su un aspetto preoccupante, e forse anche un po’ inquietante, del web: i Troll.

Troll: nella mitologia norrena, il troll è una creatura umanoide che vive nelle foreste del Nord Europa. Una creatura su cui si è molto parlato, e che è stata tramandata nelle tradizioni orali come una creatura di caratteristiche particolari, esteticamente poco piacevole (per non dire: bruttissimo!), con l’unico obiettivo di infastidire e spaventare gli abitanti dei villaggi: basti pensare che nella mitologia, il troll era colui che spaventava gli abitanti dei villaggi, saccheggiandoli e spesso distruggendoli, cibandosi di tutto ciò che trovava e rubando il bestiame, anche solo per dispetto.
In genere i troll erano delle creature cattive, e laddove fossero di spirito buono, si trattava quasi sempre di caratteri birichini, pronti a fare dispetti, infastidire o essere di intralcio, e per questo molto spesso da evitare.

Vi abbiamo fatto questa piccola premessa perché siamo sicurissimi – è capitato ad ognuno di noi almeno una volta nella vita! – che anche voi abbiate avuto a che fare, qualche volta, con un troll: certo, non nelle sembianze tipiche della mitologia norrena, ma sicuramente vi sarà successo di avere a che fare con personaggi a dir poco fastidiosi, che si celavano dietro uno schermo per offendere deliberatamente e senza alcun indugio le vostre opinioni.

il troll mitologico...

il troll mitologico…

...e quello moderno!

…e quello moderno!

Nel linguaggio di Internet, il troll è quell’individuo che si insinua nei canali comunicativi più usati e diffusi – ad esempio chat, social network, forum, e tutti i luoghi virtuali ove avviene uno scambio di pensieri, immagini, opinioni – al solo scopo di disturbare gli altri appartenenti alla comunità virtuale. Questo individuo interagisce con la comunità con messaggi ed immagini che sono volutamente provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, perché il suo obiettivo è duplice: da un lato vuole attirare l’attenzione su di sé, dall’altro vuole disturbare e spostare quindi l’attenzione degli altri irritandoli ed infastidendoli.
Generalmente il troll si esprime nelle comunità virtuali più comuni e diffuse, come le chat ed i forum. Un messaggio che spesso si legge all’interno di queste chat e dei forum è il seguente: “Per favore non date da mangiare ai troll”. Ne trovi un esempio famoso qui: http://digilander.libero.it/AntiTroll/

Questo perché il fatto stesso di rispondere alle provocazioni volute da questi individui significa non solo scatenare alla fine un insieme infinito di polemiche, ma anche scatenare una vera e propria orda di commenti negativi che spesso fuoriescono dal tema di riferimento del forum o della comunità virtuale.
Sui social network, i troll trovano in particolare il loro pane quotidiano in tutte quelle pagine volutamente create per generare ritegno e disappunto nella comunità, ottenendo spesso il risultato voluto, che è l’iscrizione alla pagina (e quindi, un numero elevato di “fan”) che è l’unico modo degli individui di rispondere al troll scatenando così un circolo vizioso molto pericoloso nonché denigrante per la comunità.

Quali sono, pertanto, le regole da applicare per evitare che il troll abbia il sopravvento?
Non dare da mangiare al troll significa non rispondere alla provocazione, pertanto, evitare di iscriversi alle pagine offensive – un esempio può essere quello di segnalare la pagina e/o il commento – e non rispondere alle provocazioni: in questo modo, se in un primo momento la reazione del troll sarà quella di ostinarsi ancora di più nel comportamento offensivo, alla lunga abbandonerà la comunità, generando il fenomeno di autocombustione del troll.
In poche parole: se incontrate un troll, siate intelligenti e non rispondete a nessuna delle sue provocazioni; in poco tempo si stancherà e la vostra comunità sarà libera da ogni attacco offensivo!

Un incredibile passo indietro per la Apple…

Tanta Attesa Per Niente? Su ITTFA la risposta!

Dopo mesi e mesi di attesa e di notizie, dopo diverse anticipazioni e voci di corridoio, la estenuante attesa di molti appassionati del mondo Apple è finalmente terminata: da pochi giorni, infatti, è in vendita il nuovo gioiellino della casa madre di Steve Jobs, il nuovo melafonino targato Apple. Insomma, in poche parole, il tanto atteso iPhone 6!

Erano in tanti ad attendere il nuovo iPhone 6, il nuovo melafonino appena uscito dalla casa di Cupertino con un prezzo variabile da 729,00 € a 1.059,00 € : un prezzo accettabile per il top di gamma Apple, che però diventa un po’ meno accettabile se si pensa alle lamentele dei primi utenti che hanno mostrato come l’innovazione dello schermo sottile e più grande del nuovo melafonino non sia esattamente in linea con la spesa effettuata per l’acquisto.
Sul sito Apple il nuovo iPhone 6 è declamato come uno dei più potenti iPhone, non soltanto come il più grande fra tutti ma come il “migliore”, sotto ogni profilo e da ogni punto di vista. Un melafonino che è molto più che un telefono intelligente, è un dispositivo sottile, potente, visibilmente piacevole ed esteticamente bello e, come se non bastasse, anche più “efficiente nei consumi”.

2013-08-27-thepersistenceoftechnology30x47Come ricorderemo, uno dei problemi più comuni e diffusi dei vari iPhone precedenti riguardava in particolare la batteria, che appariva come molto più facile da consumarsi rispetto ad altri top di gamma: ebbene, nel promo che appare sul sito Apple, sembrerebbe che questo problema sia stato risolto e che il nuovo melafonino sia davvero efficiente ed intelligente anche nei consumi. In una sola parola, Smart anche per quel che riguarda la batteria, che durerebbe più a lungo anche quando il telefono è nel pieno della sua attività!

Iphone 6, davvero poco compatto!

Un melafonino che è avvolto in una superficie in metallo che diventa un tutt’uno con il nuovo display Retina HD, un iPhone esteticamente compatto e piacevole, in un design esteriore che non è l’unico motivo di vanto per i produttori, in quanto esso è completato dalla presenza di hardware e di software di ultimo livello e di alta gamma che si integrano alla perfezione.
Apple dichiara, nel suo promo per iPhone 6, che il nuovo melafonino è in sostanza il più grande che sia mai stato creato, il più compatto, il più intelligente, il più smart!
Ma a conti fatti, è davvero così? Spendere fino a mille e passa euro per un telefono, è forse corretto pensando a tutti gli errori che generalmente le prime serie contengono ed anche pensando, a conti fatti, alle lamentele che vi sono sul web?

Tralasciando la gaffe che ha riguardato il primo acquirente del nuovo melafonino – che, non appena acquistato il nuovo iPhone 6, se lo è letteralmente fatto scivolare dalle mani – potremmo senza dubbio ammettere che se lamentele ci sono – e se è vero che, come tutti potranno notare, queste lamentele pullulano letteralmente sul web – un motivo ci sarà, eccome! E vale la pena di scoprire quale sia.
Secondo le ultime notizie che riguardano iPhone 6, alcuni acquirenti – in particolare gli utenti che hanno acquistato la versione Plus del nuovo melafonino – lamentano una eccessiva debolezza del telefono, che dopo poche ore in tasca, si è letteralmente piegato.

Ecco un video degli amici di Curiouside.it a confermarlo!

Il fenomeno è diventato subito virale e non è escluso che da parte della concorrenza non arrivino ben presto le parodie sull’eccessiva debolezza del nuovo iPhone 6, che vanta una compattezza ed una resistenza senza precedenti e che, dopo solo poche ore in tasca, si piega letteralmente incurvandosi su se stesso.
Il nuovo telefono è nei negozi da pochissimi giorni e questo fenomeno potrebbe spingere molti utenti appassionati di iPhone ad abbandonare l’idea dell’acquisto, comportando una perdita consistente per la casa madre del melafonino.
Il problema è che diversi utenti raccontano di essersi ritrovati con il dispositivo piegato dopo averlo tenuto in tasca per diverse ore: questa lamentela riguarda in particolare il modello più grande, l’iPhone 6 Plus da 5,5 pollici, considerata la vera novità dell’azienda di Cupertino, tra l’altro anche uno dei più richiesti anche nei preordini online in Italia.

Il fenomeno è stato chiamato blendgate, dal verbo inglese to blend che significa piegare: molti utenti, nelle loro recensioni, hanno raccontato che il telefono si è piegato o in qualche caso leggermente distorto, ma comunque questo rappresenta un problema che Apple dovrà presto valutare ed a cui dovrà dare delle risposte concrete.
In effetti, non è la prima volta che una prima serie Apple abbia qualche problema: anni fa, con l’iPhone 4, si era verificato il fenomeno chiamato antennagate, che per l’appunto riguardava i problemi di ricezione che si presentavano se si impugnava il dispositivo a piena mano. Questo fenomeno è diventato talmente virale he se ne parla ampiamente anche su Twitter, tanto che è da poco nato un nuovo hashtag, #bendgate, per definire i post rivolti a questo tipo di problema.
Un problema che non è da sottovalutare, come più volte esprimono alcuni utenti, anche se dalle prove effettuate dal blog “Unbox Therapy” – che ha sottoposto appositamente il nuovo melafonino Plus ad uno stress test estremo – appare evidente che, sebbene sia stata piegata con forza la scocca di alluminio del dispositivo, l’iPhone ha continuato a funzionare regolarmente.

Il video è stato anche pubblicato su YouTube per mostrare la possibilità che il nuovo melafonino sia comunque resistente nonostante l’accaduto: è tuttavia chiaro che, a livello estetico ma anche funzionale, non è affatto piacevole spendere tutti questi soldi per un telefono che, dopo solo alcune ore in tasca, si piega e si distorce, rendendo tra l’altro difficoltoso l’utilizzo di apposite cover.
Il fenomeno potrebbe dipendere dalla scocca in alluminio, un materiale che rende il telefono sottile e resistente agli urti ma che forse non lo protegge abbastanza dal calore e da un uso intensivo: sicuramente, presto arriveranno le dovute risposte da parte di Apple che cercherà di risolvere il problema abbastanza presto.
Intanto, alcuni problemi sono in attesa di essere risolti grazie all’introduzione del nuovo sistema operativo, iOS 8.0.1, volto a risolvere alcuni problemi relativi al trasferimento di chiamata, alla tastiera e ai video sul Safari.